CENTRO PHOENIX
La DISPRASSIA
Disturbo della Coordinazione Motoria
  • Il tuo Bambino è Impacciato o Poco Coordinato?
  • Non gli piace Disegnare? Oppure non ama Giocare all’Aria Aperta, o Andare in Bicicletta?
  • ​Non è portato per lo Sport, è Goffo e Troppo Lento?
Lo Sapevi Che...
Il 5-6% dei Bambini in Età Scolare presenta un Disturbo di Sviluppo della Coordinazione motoria/Disprassia che si manifesta con Goffaggine, Lentezza, Scarsa Coordinazione in Attività che richiedono Equilibrio e Movimenti di Tutto il Corpo (come Correre, Saltare, Calciare, Lanciare, Afferrare) oppure Movimenti FiniCoordinati delle mani (come Colorare, Tagliare, Scrivere, Disegnare). 
Può esserci anche una difficoltà nel Rappresentarsi, Programmare ed Eseguire Movimenti in Sequenza Orientati ad un Obiettivo.
Come è possibile Riconoscere il Disturbo alle Diverse Età?
Infanzia
Si assiste ad un ritardo nel raggiungimento delle tappe motorie fondamentali; non ama l’acqua, difficoltà nell’usare forchetta e cucchiaio; difficoltà nel giocare a palla, ad esempio lanciarla e riprenderla; difficoltà nel vestirsi e mangiare da soli
Età Scolare
Si possono rilevare difficoltà negli atti motori che richiedono la costruzione di modelli, nei puzzle, nelle costruzioni, difficoltà nell’impugnare la penna e nello scrivere, nel tracciare una linea con il righello, nell’organizzazione seriale e sequenziale, nella coordinazione, scarsa partecipazione ai giochi di squadra e alle attività sportive. Ma anche facile distraibilità e brevi tempi attentivi
Pre e Adolescenza
Difficoltà nell’apprendere compiti nuovi che coinvolgono abilità motorie automatiche, ad esempio guidare o usare strumenti specifici; incapacità di prendere appunti o scrivere velocemente, rifiuto verso le attività sportive
Età Adulta
Difficoltà nell’inserimento lavorativo, estrema lentezza esecutiva, impaccio motorio globale, poca destrezza e scarse abilità manuali
TEST ONLINE GRATUITO
Hai il dubbio che il tuo bambino/ragazzo possa avere un Disturbo della Coordinazione Motoria?
I nostri esperti hanno realizzato uno strumento per darti la possibilità di capire se tuo figlio potrebbe avere un Disturbo della Coordinazione Motoria.
Potrai così capire se ci sono dei segnali che rendono opportuna una Valutazione Specialistica.
Accetto l'utilizzo dei miei dati secondo la seguente Privacy Policy
Quali sono le Conseguenze e le Difficoltà della Disprassia?
Vita Quotidiana
- Vestirsi /svestirsi:difficoltà nel trovare il verso dei vestiti, nella sequenza di azioni, allacciare lacci/bottoni/cerniere

- Igiene personale: difficoltà nel lavarsi, asciugarsi, uso corretto dei servizi igienici

- Alimentazione: difficoltà nell’uso delle posate, del bicchiere, nel versare liquidi

- Giochi e passatempi: difficoltà nell’usare chiodini, costruzioni, nel fare puzzle, disegni 

Vita Scolastica
-  Difficoltà nell'Organizzare lo spazio nel foglio

- Difficoltà nell'area logico-matematica

- Difficoltà nell'Organizzare lo studio (fare un piano di studio, schemi ecc)

- Difficoltà nel Copiare alla Lavagna

- Lentezza nell'Esecuzione

- Difficoltà nell'uso di strumenti tecnici

Benessere Socio-Emotivo
- Aggressività durante l'attività di gioco

- Strategie di Evitamento di attività ludico-ricreative

- Minor Senso di Autoefficacia

- Vittima di Bullismo
Vita Lavorativa
- Difficoltà ad Acquisire nuovi compiti e Automatizzarli

-  Difficoltà nell'utilizzo di strumentazione professionale
La Disprassia interferisce dunque con tutte le Aree di Vita di una persona; ovvero con l’Autonomia Personale e Quotidiana, negli Apprendimenti Scolastici, con le Relazioni Interpersonali, in Ambito Scolastico e Lavorativo.
 
Per questi motivi i bambini e ragazzi che presentano Disturbo della Coordinazione Motoria, o mancato Sviluppo delle Abilità Grosso o Fine Motorie, devono ricevere Trattamento Riabilitativo Specifico e Precoce

Oltre 4000 pazienti hanno fatto un percorso riabilitativo e psicoterapeutico solo negli ultimi 5 anni
Come scegliere le Terapie Migliori
Le linee guida Europee raccomandano che i bambini con DCD ricevano un Trattamento Riabilitativo. Gli approcci riabilitativi risultati più efficaci sono quelli orientati al compito.
Le Terapie del Centro Phoenix
Anche Online
Presso il Centro Phoenix, all'interno del processo di valutazione psicodiagnostica, vengono rilevate le competenze motorie e della gestualità con eventuali approfondimenti ad hoc, se presente il sospetto di un disturbo di sviluppo della coordinazione motoria-disprassia e/o disgrafia.

E' necessaria però una valutazione complessiva che comprenda anche gli aspetti intellettivi, attentivi, visuo percettivi, linguistici, emotivi e relativi agli apprendimenti, perchè potrebbero essere varie le difficoltà compresenti.

L’intervento è individuale e si propone di promuovere lo sviluppo del bambino in toto, dando particolare attenzione alle funzioni cognitive eventualmente deficitarie.

Tenendo conto del profilo emerso dalla valutazione e delle difficoltà riscontrate nella vita quotidiana, si propongono attività per potenziare la conoscenza e rappresentazione dello schema corporeo, l’equilibrio statico e dinamico, la sequenzialità, la coordinazione visuo-motoria ed oculo-manuale, la motricità fine.

Se il bambino è disgrafico, a tutto ciò si unisce una stimolazione specifica per le attività grafiche. Si aiuterà il bambino nella pianificazione del movimento attraverso l’uso del linguaggio quale guida autonoma dell’azione.

L’efficacia dell’intervento si misura attraverso dei test standardizzati effettuati prima e dopo l’intervento e attraverso la raccolta di osservazioni da parte dei genitori/insegnanti sulle ricadute nella vita quotidiana.
Alcune Testimonianze dei nostri Pazienti
A. F. - Lettera Firmata
" L'insegnante di Karate ha notato che ricorda ed esegue meglio di prima le sequenze di movimento "
S. P. - Lettera Firmata
" Ora...scrive meglio! Riesce a fare il nodo alla cintura dell'accappatoio, usa meglio forbici e righello "
G. F. - Lettera Firmata
" Le maestre notano la postura migliore quando scrive, rispetta di più i margini, copia meglio dalla lavagna, esegue meglio le lettere. E' anche migliorato il contatto oculare, mentre prima lo sguardo stava sempre abbassato, sono migliorate le relazioni con i compagni. In generale appare più sicuro "
M. T. - Lettera Firmata
" Ora si mette le scarpe sul piede giusto, si mette da solo maglia, pantaloni e calzini correttamente ed inizia ad allacciarsi le scarpe. Fa i salti meglio e riesce a stare in equilibrio su un piede solo " 
Chi siamo
Il Direttore Sanitario: Dott.ssa Carla Mogentale
Psicologo, Psicoterapeuta, Specialista dl Ciclo di Vita con più di 25 anni di esperienza alle spalle. Migliaia di trattamenti diretti e supervisionati resi a bambini con DSA, ADHD, disturbi dell’età evolutiva. Ha fondato e dirige la prima srl nata in Italia di psicologia, Centro Phoenix srl, che vanta 5 sedi in 3 diverse province in Italia oltre ad attività di Consulenza e Riabilitazione a Distanza.
Oltre 4000 pazienti hanno fatto un percorso riabilitativo e psicoterapeutico solo negli ultimi 5 anni
© Centro Phoenix srl. 
segreteria@centrophoenix.it - www.centrophoenix.net